was successfully added to your cart.

SOLBIATE OLONA – L’Europa dialoga con la Lombardia e, in particolare, con la provincia di Varese. L’europarlamentare Massimiliano Salini ha incontrato duecento imprenditori varesino durante un evento organizzato a Le Robinie Golf Club & Resort venerdì sera, presenti anche gli amministratori locali, fra questi il sindaco di Gorla Maggiore Pietro Zappamiglio. Al centro, Malpensa con il sogno di diventare un grande hub internazionale e, soprattutto, il progetto di investire nel settore della Difesa per un fondo unico europeo, ovvero un esercito comune anche alla luce del terrorismo.

«Il mondo dell’imprenditoria viene snobbato dall’agenda politica, mentre in Europa l’Italia ha credibilità grazie al mondo imprenditoriale che al contrario della politica è molto concreto e affidabile», spiega l’europarlamentare di Forza Italia a margine dell’evento voluto seppure non ci sia un appuntamento elettorale alle porte. «Quando si parla d’Italia, in Europa si parla di Lombardia e la provincia di Varese ha un tessuto imprenditoriale importante». Sono stati fatti dei tavoli di lavoro. «Sono emersi i problemi legati al mondo dell’edilizia ancora bloccato nonostante sia innovativo grazie al risparmio energetico, ma purtroppo ci troviamo in un Paese in cui la pubblica amministrazione è un cattivo pagatore e soprattutto struttura i bandi guardando solo al risparmio».

Salini, che ha raccolto il cahier des doleances su Malpensa, giudica poi interessante il discorso legato alla “difesa”, ovvero la produzione di materiali e tecnologie militari: «Storicamente la provincia di Varese ha una quota di imprese altamente specializzate. Al momento ci sono fondi destinati alla ricerca in questo settore e la direzione intrapresa a livello politico è di implementarli. Questo vuol dire anche implementare l’indotto».

Infine Salini parla del Piano Junker: «Se vogliamo imboccare la via della ripresa economica, dobbiamo vincere la sfida dell’innovazione. La fase due del Piano Juncker è l’occasione giusta: stanzia nuove ingenti risorse destinate alle Pmi italiane. I nostri imprenditori hanno ha dimostrato quanto valgono, grazie a idee originali e piano di sviluppo aziendali capaci di ricevere la giusta attenzione della Bei, la Banca Europea degli Investimenti. È un’opportunità concreta che vogliamo promuovere sul territorio».

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi